“Siamo davvero felici e soddisfatti per la veloce e positiva conclusione della vicenda del sequestro del peschereccio Tramontana, nostro associato. Per questo vogliamo ringraziare le nostre autorità militari e  il Governo Italiano. Contestualmente però chiediamo una maggiore salvaguardia e tutela della nostra marineria rispetto al tema dei sequestri nel canale di Sicilia che, tanti danni economici e tanto dolore, anche perdite di vite umane, hanno arrecato alle nostre imprese di pesca e ai nostri pescatori”.
Così il presidente regione Sicilia di Agripesca Toni Scilla alla notizia del rilascio del peschereccio mazarese Tramontana.