Così il figlio di Bettino ha commentato la morte dell’ex parlamentare.

Sono tanti i commenti che in queste ore la politica sta rilasciando dopo che Bartolo Pellegrino si è spento, oggi verso ora di pranzo, nella sua casa di Guarrato. In particolare, come prevedibile, il mondo socialista. Anche l’on. Bobo Craxi, che incrociò il “Leone di Guarrato” quando venne eletto nel 2001 nel collegio uninominale di Trapani nel 2001, dopo una vita spesa per il partito socialista ai tempi di Bettino Craxi, quando il PSI era saldamente nel pentagoverno così come al potere sull’isola. “Bartolo Pellegrino è stato un uomo politico siciliano di valore, socialista e autonomista di antico stampo che ha saputo rappresentare le spinte dell’autonomia siciliana nel governo della Regione avendo un’intuizione politica durante la seconda Repubblica unificando le tendenze laiche e cattoliche democratiche dell’isola nel Progetto per una “Nuova Sicilia”. Abbiamo collaborato proficuamente – continua Bobo Craxi- per costruire nella Provincia di Trapani una coalizione Laica, Autonomista, Cattolica e Socialista agli inizi del duemila. Lo ricordo con sentimenti di amicizia, per la sua determinazione e per la sua sincera passione politica. Sono uomini politici che mancheranno alla Sicilia di domani.”