In manette, un trapanese già noto alle forze dell’ordine.

I Carabinieri della Stazione di Trapani, assieme  a personale della Squadra Volanti della Questura di Trapani, hanno arrestato Roberto Saggio  , trapanese, classe 83, disoccupato, già noto alle forze dell’ordine, in esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere  emessa dal Tribunale di Trapani. Secondo gli inquirenti, sarebbe stato lui,  nel  2018,  l’autore di una serie di furti in attività commerciali e chiese. Con azione fulminea e repentina, sempre con  lo stesso modus operandi,  agiva con disinvoltura , a volto scoperto, nonostante la presenza di sistemi di videosorveglianza.

Grazie all’attività di indagine delle forze dell’ordine, scaturita a seguito  delle denunce delle  vittime e con il supporto delle immagini delle telecamere, è stato possibile accertare come Saggio prendesse di mira gli spogliatoi dei dipendenti di supermercati ed attività commerciali dove spesso riusciva forzando gli armadietti, prelevando somme di denaro dai 100 euro agli oltre 2000 euro. Negli edifici di culto, invece, l’uomo, sempre a volto scoperto,  in  pochi attimi, forzava le serrature delle cassette della raccolta offerte dei fedeli e si impossessava del denaro. Accertati,  anche un furto presso una macelleria e un tentato furto di un blocchetto di gratta e vinci in una tabaccheria.  Intanto proseguono i controlli sul territorio. I carabinieri della Stazione di Paceco,  in località Pecoreria, hanno denunciato un uomo sorpreso  mentre   prelevava dalla condotta del consorzio di bonifica Trapani 1, un ingente quantitativo di acqua allacciandosi abusivamente alla condotta al fine di irrigare il proprio fondo agricolo.