I rilievi dell'ARPA e una nota del Comune di Erice fanno chiarezza. Nessun rischi per la salute, solo fastidi



L'alga Ostreopsis ovata è presente sul litorale di San Giuliano. La conferma arriva in maniera ufficiale dal comune di Erice che cita un rilievo dell'ARPA di Trapani operato il 29 luglio scorso. La concentrazione dell'alga tossica è di 30mila cellule per litro nel punto del pennello 35 nei pressi dei giardini della tonnara. Un punto già tenuto sotto controllo a causa dello sversamento di acque reflue nei giorni scorsi. La presenza dell'alga, tuttavia, non è nociva per le persone, anche se la tossina che produce, sotto forma di aerosol, trasportata da vento e correnti, può provocari fastidi alle mucose nasali e agli occhi. Si tratta comunque di fastidi che scompaiono entro poche ore. Tuttavia si sconsigliano le attività in mare e sulla battigia. L'Arpa Trapani ha comunicato che non è comunque necessario inibire la balneazione lungo tutto il litorale. Il divieto di balneazione permane solo in prossimità del pennello 35 ma per gli altri noti motivi di inquinamento delle acque. Il monitoraggio delle acque da parte dell'ARPA e le comunicazioni al comune di Erice è quasi quotidiano. Sul sito dell'ARPA Sicilia è possibile leggere la pagina dedicata al monitoraggio della alga Ostreopsis Ovata e al materiale informativo su questa alga che è tossica per la flora e la fauna marina, molluschi in particolare.