Pubblicità
<tonno auriga

 Si è tenuta ieri, in Prefettura, la prima riunione programmatica in vista dell’organizzazione della 58esima edizione di Europeade, evento che la città di Trapani ospiterà nel 2021.L’incontro, che ha coinvolto numerose istituzioni, è stata convocata dal Prefetto di Trapani. Erano presenti il sindaco Giacomo Tranchida e gli assessori Rosalia d’Alì ed Andreana Patti per il Comune di Trapani, il sottosegretario di Stato alla presidenza del Consiglio dei ministri Senatore Vincenzo Maurizio Santangelo, oltre ai rappresentanti degli assessorati regionali alle attività produttive, al bilancio ed al turismo, e a quelli della Camera di commercio. Presenti anche esponenti delle associazioni di categoria.
Il sindaco Tranchida, oltre ad esporre in cosa consiste Europeade, ha illustrato la linea strategica per la sua organizzazione. Il Prefetto, dopo aver sottolineato l’importante opportunità che rappresenta questo evento per il territorio, oltre che il suo valore ecumenico, si è messo a disposizione sotto il profilo collaborativo, suggerendo la creazione di un comitato tecnico che si riunisca periodicamente, al fine di pianificare nel migliore dei modi tutto l’iter organizzativo, ed il coinvolgimento della Protezione Civile Nazionale.
Il senatore Santangelo, mostrando anche lui disponibilità e riconoscendo l’importanza della manifestazione, ha messo in luce alcune criticità di natura infrastrutturale e sanitaria che saranno oggetto di attenta valutazione ed analisi. I rappresentanti degli assessorati regionali hanno dato anche loro piena disponibilità sia per ciò che riguarda la promozione dell’evento anche tramite la partecipazione a fiere, sia per la possibilità di interventi alle infrastrutture sportive del territorio.
«Dopo il brillante risultato ottenuto a Frankenberg, iniziamo a muovere i primi passi per l’organizzazione di Europeade – commenta il sindaco Giacomo Tranchida -. Ritengo proficua questa prima riunione perché ho avvertito la disponibilità da parte di tutti i partecipanti. Faremo nostri i suggerimenti ricevuti, sicuri che remeremo tutti nella stessa direzione. Sono certo del fatto che, con l’apporto di tutti, abbattendo le barriere politiche, riusciremo a farci trovare pronti nel migliore dei modi per l’organizzazione di un evento così importante».