Pubblicità
<tonno auriga

In corso l’acquisizione di alcune strade private al patrimonio del Comune

Partiamo dal 10 agosto scorso.
La notte delle stelle è trascorsa quasi indenne per la parte trapanese della spiaggia di Marausa. La presenza di vigili e delle guardie ambientali ha scoraggiato coloro che hanno voluto trascorrere la notte con il naso all’insù, per vedere le stelle, a deturpare il litorale lasciando spazzatura e residui di falò. Anche perchè questi ultimi, così come l’anno scorso, erano proprio vietati da apposita ordinanza sindacale.

A complimentarsi con l’Amministrazione Comunale è soprattutto il consigliere ROcco Greco, attuale vicepresidente del consiglio comunale del capoluogo: “Dopo il mio intervento in consiglio e la richiesta dell’intera commissione frazioni il Sindaco e la Giunta hanno accolto la nostra proposta riuscendo a proteggere la spiaggia di Marausa, con la presenza dei vigili e delle guardie ambientali.
Grazie anche a tutti i ragazzi che hanno capito che ci si può divertire lo stesso cercando di salvaguardare le nostre ricchezze naturali! Mi spiace solo che quest’anno non siamo riusciti ad organizzare un evento musicale in spiaggia”.

In merito alle due settimane di “riposo” dai lavori consiliari, Greco precisa:“Non andiamo in vacanza, lavoriamo per le frazioni. In questi giorni ci sono tre squadre di operai che stanno intervenendo per la scerbatura e non posso
non ringraziare l’assessore Ninni Romano che ha trovato il modo per disporre di questo intervento straordinario nelle frazioni”.

L’Amministrazione sembra intenzionata a prestare molta attenzione al territorio decentrato, specie quello che ricade nel comprensorio di Misiliscemi. Il vicepresidente Greco conferma: “Sì, siamo molto attivi. Ci sono degli incontri in corso con i cittadini delle frazioni per affrontare e risolvere il problema delle strade private. Mi riferisco soprattutto a Guarrato e Rilievo: assieme al nuovo consulente del Sindaco, Alberto Spada, e all’assessore Dario Safina stiamo provvedendo ad acquisire al patrimonio alcune strade che erano private per garantire i servizi di urbanizzazione. I residenti stanno firmano la concessione al Comune. Molte strade abbandonate avranno finalmente l’asfalto e l’illuminazione e verranno, così, rese civili”.

Nicola Baldarotta