Erice, la pausa estiva non consente pause alla politica e, specie dalle parti della Lega, attraverso il nuovo commissario comunale Leonardo Torre, chiede le dimissioni in blocco non solo della consigliera Francesca Miceli sulla quale pende una richiesta di rinvio a giudizio da parte della Procura di Trapani, ma anche alla sindaca Toscano e a tutta la giunta ericina.

Pausa sì, ma solo mediatica, perché la politica ericina non s’è fermata nemmeno in pieno agosto. I risvolti giudiziari che vedono la Procura di Trapani avanzare richiesta di rinvio a giudizio nei confronti della consigliera Francesca Miceli per presunta corruzione elettorale, hanno portato la Lega di Erice, attraverso il nuovo commissario comunale Leo Torre, a chiedere immediate dimissioni della consigliera.

Siamo certi – afferma Torre – che la nostra richiesta verrà giudicata dai tanti avversari politici come giustizialista. Possiamo invece affermare di non esserlo affatto; anzi, crediamo nella presunzione di innocenza così come sancito dalla nostra Costituzione. Ma non possiamo che porre l’attenzione sulla necessità che la Politica, in questo momento ed in particolare quella ericina, torni ad essere specchio di una società trasparente e fortemente rappresentativa”.

La richiesta di dimissioni però viene estesa anche alla Sindaca Daniela Toscano ed a tutta la sua Giunta che i leghisti ericini definiscono “palesemente immobile sul fronte dell’attività amministrativa”. E visto che in aula consiliare non c’è alcuna rapprsentanza ufficiale della Lega, i salviniani ericini avanzano la richiersta di dimissioni dalle piazze e dai gazebo chiedendosi, inoltre, come mai in consiglio comunale non si sia ancora portata in discussione alcuna mozione di sfiducia di carattere politico. E una risposta, veloce, se la danno pure. La colpa – afferma Torre – è dovuta soprattutto all’inconsistenza delle silenti opposizioni, e secondo i leghisti in particolare dei 5 stelle.

Pertanto la richiesta di dimissioni la avanzano loro intestandosi il ruolo di unica vera opposizione all’amministrazione ericina.