Pubblicità
<tonno auriga

Nuova importante operazione della Guardia di Finanza nelle acque del trapanese. Nove arresti, due pescherecci, uno tunisino ed uno mazarese sequestrati, e oltre sei tonnellate di sigarette di contrabbando recuperate. L’operazione è scattata il 24 agosto scorso dopo che un aereo Atr42 del gruppo di Esplorazione marittima della guardia di finanza di Pratica di Mare (in provincia di Roma), in servizio di ricognizione nel canale di Sicilia, ha rilevato il trasbordo di numerosi colli tra un peschereccio d’altura e uno più piccolo, poco fuori le acque territoriali antistanti la località di Tre Fontane, in provincia di Trapani. Sono stati quindi allertati due guardacoste, da Trapani e da Licata, un elicottero della sezione aerea di Palermo, le pattuglie sul territorio di Trapani e gli investigatori del nucleo di polizia economico-finanziaria di Palermo. Terminato il trasbordo, il natante più piccolo è entrato nelle acque territoriali dirigendosi verso la costa siciliana. La guardia di finanza ha fermato il peschereccio madre e ha trovato oltre tre tonnellate di sigarette: Royal, Oris, Futura, Time, American Legend, Pine Blu. Le fiamme gialle hanno fermato l’altra imbarcazione dove sono state scoperte altre tre tonnellate di sigarette. Le oltre sei tonnellate di tabacchi avrebbero fruttato all’organizzazione criminale oltre 1 milione di euro. Gli arrestati sono stati condotti presso la casa circondariale di Trapani a disposizione della Procura di Marsala.