Pubblicità
<tonno auriga

Bonagia ha ospitato un evento dedicato al mare ed al mondo della Tonnara, abbinato ai racconti dei tonnaroti ad una sfilata di moda.

Uno dei momenti più suggestivi è stato sicuramente l’arrivo del dio e della dea del mare nella banchina del porticciolo di Bonagia. Così come l’ave Maria interpretata da Anna Maria Sotgiu, la poesia declamata da Giampiero Montanti o la sfilata di moda con i ritmi musicali dell’Aja mola. È stata davvero una serata magica, il tutto con la meravigliosa location della Torre della Tonnara che si presta ad eventi e manifestazioni, principalmente di quelle a sfondo culturale. L’intera iniziativa, ideata da Katia Morello e dalla stilista Mary Castano, si è incentrata sui riti della mattanza, ripercorrendo la storia delle Tonnare con il racconto di un tonnaroto, Nicolao Adragna, e di Rosario Solina, figlio del rais Pio Solina. A fare gli onori di casa ed a presentare la serata, introducendo il tema della manifestazione, è stata Stefania Codraro.

Dopo il momento dedicato alla mondo della Tonnara, si è aperta la sfilata di moda con gli abiti realizzati dalla stilista Mary Castano, sempre con il filo conduttore della mattanza, con la passerella arricchita di reti, corde ed altri oggetti che rimandano alla pesca dei tonni. Un altro momento artistico è stata l’esibizione della scuola di danza “Classic Ballet School” di Sandra Giorgetti. La manifestazione, organizzata dal lido Marway in collaborazione con l’associazione “Spazio musicale” ed il patrocinio del Comune di Valderice, ha insomma regalato una serata all’insegna delle tradizioni e dell’arte, con l’obiettivo di valorizzare il borgo marinaro di Bonagia, come ricordato da Valeria Codraro, una delle organizzatrici dell’evento. ASCOLTA LE INTERVISTE

Mario Torrente

GUARDA IL SERVIZIO