Pubblicità
<tonno auriga

Rinvenute le carcasse e, a poca distanza, anche le bottigliette del veleno.

Una strage di creature indifese. E’ questo ciò che è accaduto nelle ultime 24 ore nel quartiere Villa Rosina, alla periferia della città, dove sono in corso le operazioni di rimozione delle carcasse dei cani e di un gatto rinvenute prive di vita. Ieri pomeriggio la segnalazione di un primo cane con evidenti sintomi di avvelenamento, morto poco dopo l’arrivo dei soccorsi;  oggi la morte di altri 8. Si trattava di randagi di quartiere che venivano accuditi da volontari. Sul posto sono intervenuti gli agenti della polizia municipale di Trapani coadiuvati da alcuni volontari che hanno trovato a pochi metri di distanza, buttati in mezzo alle aiuole, dei flanconcini contenenti il veleno verosimilmente utilizzati dai criminali per far morire quelle povere bestiole. Sì, perché di questo stiamo parlando: di ignobili criminali che se la prendono con chi è indifeso e che, come prevede il codice penale, vanno puniti per quello che hanno commesso. L’auspicio è che chi ha visto o notato qualcosa di strano lo segnali, anche in forma anonima, alle autorità competenti. Non si possono lasciare impuniti esseri che agiscono in modo ignobile e malvagio.