Pubblicità
<tonno auriga

Trapani: Tranchida, Guaiana e Abbruscato rivolgono gli auguri per il primo trillo della campanella. Lettera agli studenti, ai docenti, alle famiglie, al personale della scuola

di Fabio Pace

Una lettera di auguri agli studenti trapanesi, alle loro famiglie, ai docenti, ai lavoratori delle scuole. Reca in calce le firme congiunte del sindaco di Trapani, Giacomo Tranchida, del Presidente del Consiglio Comunale, Giuseppe Guaiana, dell’Assessore alla Pubblica Istruzione, Enzo Abbruscato. I tre evocano un auspicio «favorire e rendere più attuale il percorso formativo di migliaia di alunni con la consapevolezza che una società migliore, anche per Trapani la Città che vogliamo, dipende dall’impegno e dalla cura che tutti noi mettiamo, intanto per rendere la SCUOLA lo strumento fondamentale per una crescita sociale e culturale». Nella lettera non viene sottaciuta la preoccupazione per il tema dell’edilizia scolastica e della sicurezza degli immobili che ospitano gli studenti: «Abbiamo la consapevolezza – scrivono – che permangono criticità nel nostro sistema scolastico, per cominciare da quella strutturale e funzionale rispetto alla quale non abbiamo risparmiato energie pur se ancora necessita intercettare ulteriori risorse intanto per rendere più sicure ed al pari funzionali le scuole cittadine – non è compito facile – ma, sopratutto per recuperare sul tempo perduto».Tranchida, Guaiana e Abbruscato rivolgono «Un benvenuto speciale ai trapanesi più piccoli, che si apprestano a diventare parte attiva della società: ci impegneremo a facilitare il loro percorso». Infine l’esortazione ai genitori e alle famiglie: «la crescita dei nostri ragazzi dipende dai nostri rispettivi ruoli: impegniamoci tutti e insieme, affinché la realizzazione dei loro sogni sia sempre il nostro primo obiettivo».