Pubblicità
<tonno auriga

Bella vittoria per i granata in casa contro Napoli. Finisce 76-61

Ottima prova per la Pallacanestro Trapani che senza Renzi per infortunio e Amici uscito nel primo quarto per espulsione, vince e convince contro la ben attrezzata Napoli. Da sottolineare la prova dai giovani Tartamella e Pianegonda.

Questo il comunicato stampa

2B Control Trapani: Lamarshall Corbett 16 (4/72/10), Federico Bonacini 8 (2/31/3), Alessandro Amici, Curtis chinonso Nwohuocha 6 (2/3, 0/0), Gabriele Spizzichini 19 (2/73/4), Kenneth Goins 5 (2/70/2), Marco Mollura14 (2/42/3), Alessandro Ceparano, Luciano Tartamella1 (0/1), Marko Dosen, Tommy Pianegonda 7 (2/21/1)

Allenatore: Daniele Parente.

Assistente: Fabrizio Canella.

GeVi Napoli: Terrence Roderick 15 (5/5, 1/3), Brandon Sherrod 11 (3/4, 1/2), Stefano Spizzichini 11 (0/2, 3/5), Daniele Sandri 10 (2/4, 1/3), Tommaso Milani 7 (2/4, 1/3), Diego Monaldi 5 (1/5, 1/4), Francesco Guarino 2 (0/0, 0/0), Nemanja Dincic 0 (0/0, 0/1), Jakov Milosevic 0 (0/0, 0/0), Amar Klačar 0 (0/0, 0/1), Andrea Spera 0 (0/0, 0/0)

AllenatoreGianluca Lulli.

Assistente: Francesco Cavaliere.

Arbitri: Calogero Cappello, Michele Capurro, Alberto Scrima.

Nella terza giornata di Supercoppa LNP, la 2B Control Trapani affronta Napoli in una gara che vale il primato nel girone azzurro di Supercoppa LNP. Ancora privi di capitan Renzi, i granata partono a singhiozzo (5-11 al 5’) costringendo coach Parente a chiamare presto la prima sospensione.Dopo 7 minuti la 2B Control perde Amici che viene espulso a causa dei 2 tecnici fischiatigli in sequenza ma i granata non demordono e chiudono la frazione sul 19-20. La partita è molto nervosa e, dopo un paio di minuti di equilibrio, Trapani costruisce un discreto vantaggio grazie a tanti tiri liberi (41-32 al 17’). Napoli è brava a rientrare in partita e, con un parziale di 8-0, si porta sul 41-41 a 1’40’’ dalla fine della seconda frazione. Al 20’ è 45-44. Al rientro in campo i padroni di casa si portano sul +7 dopo 4 minuti di gioco (57-50) costringendo coach Lulli a ricorrere al time-out. Trapani scava un solco grazie alla verve dei suoi giovani e chiude il terzo periodo 66-54. Nell’ultima fraziona i padroni di casa gestiscono il vantaggio e respingono ogni tentativo di rimonta di Napoli: finisce 76-61