Preoccupazione di alcuni utenti che hanno ripreso e postato su FB la presenza degli insetti. Si tratta però di un fenomeno naturale e non di conseguenze legate a cattiva igiene dei locali.

di Fabio Pace

Oggi circola sui social, in particolare su Facebook (nella pagina denominata “Trapani:disservizi e problematiche”), un video girato con un cellulare presso il pronto soccorso di Trapani. Nel video si vedono, malamente ripresi, come si può osservare dalle immagini, degli insetti. C’è anche un audio nel quale l’improvvisato operatore giustamente si scandalizza e, con facile luogo comune, paragona il nostro nosocomio a un ospedale dell’Africa. Il video desta un certo clamore e preoccupazione. Eppure non vi è nulla di eccezionale se non il fatto che quanto accaduto si registra in un pronto soccorso. Quelle che si vedono nelle immagini sono delle normali formiche che dall’esterno hanno invaso alcuni locali, marginali, del pronto soccorso. Una invasione dovuta a una migrazione. La direzione del pronto soccorso rassicura che non si tratta di insetti che erano all’interno del presidio sanitario, e non si tratta di cattiva igiene dei locali. Agosto e settembre, con le prime piogge autunnali, sono i mesi della sciamatura delle formiche. Gli esemplari con le ali sono femmine e maschi fertili (tutte potenziali regine e re) che escono dal formicaio tutti insieme per fare il volo nuziale per gli accoppiamenti. Il volo si conclude con la discesa a terra, dove la regina fecondata perde le ali, si infila sottoterra e con le operaie e dà il via alla nuova colonia. Nei locali del pronto soccorso non è possibile impiegare i normali insetticidi per cui il personale ha atteso che giungesse la notte, ha aperto le finestre e le porte e atteso che le formiche si spostassero all’esterno. Le poche rimaste sono state spazzate via. Lo sciame di formiche alate che è piombato sul pronto soccorso è un fenomeno naturale e sarebbe potuto capitare ovunque, anche nelle nostre case.