Al S.Antonio Abate di Trapani una nuova strumentazione laser contro il glaucoma

Il laser termico, per la trabeculoplastica selettiva - SLT. (Ph: Ufficio Stampa ASP Trapani,)
Pubblicità
<tonno auriga

Il reparto di Oculistica del S. Antonio Abate di Trapani, è stato dotato di un nuovo laser per la terapia del glaucoma, una malattia del nervo ottico con riduzione del campo visivo. Si tratta di un trattamento laser termico, la Trabeculoplastica laser selettiva (SLT), che viene eseguito in ambulatorio e ha lo scopo di dilatare le maglie oculari in modo da favorire l’uscita dei liquidi dall’occhio e abbassare la pressione intraoculare nei pazienti affetti da glaucoma. «Questa patologia dell’occhio è largamente diffusa e nella maggioranza dei casi viene trattata con colliri ipotonizzanti – ha spiegato Federico Cucco, direttore del reparto di Oculistica -. Questo trattamento consente di ridurre la somministrazione di colliri o talvolta di eliminare la terapia medica». Il trattamento è ambulatoriale, dura pochi minuti, è ripetibile e si effettua sotto anestesia topica (gocce di collirio anestetico nell’occhio). L’intervento è indolore, sia durante, sia dopo l’operazione. «L’introduzione di una tecnica laser innovativa – ha detto il direttore generale dell’Azienda sanitaria provinciale di Trapani, Fabio Damiani – rappresenta una nuova opportunità di cura per il glaucoma e si inserisce in un più ampio programma di potenziamento delle dotazioni tecnologiche nelle strutture ospedaliere del territorio che questa direzione aziendale ha posto fra gli obiettivi prioritari».