Pubblicità
<tonno auriga

Latitante dal 5 marzo scorso è stato arrestato oggi in Romania un cittadino rumeno coinvolto nell’operazione antimafia Scrigno

È stato arrestato in Romania dai Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Trapani, Iacob STELICA, 34 anni. È accusato di associazione di tipo mafioso, tentata estorsione e danneggiamento seguito da incendio, entrambi con l’aggravante del metodo mafioso e al fine di agevolare l’associazione di stampo mafioso, nell’ambito della operazione Scrigno. Nei confronti di Stelica un mandato d’arresto europeo emesso dal Gip del Tribunale di Palermo su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia. IACOB è stato individuato grazie alla collaborazione dei Carabinieri di Trapani con il Servizio di Cooperazione Internazionale di Polizia della Direzione Centrale della Polizia Criminale e con il personale della polizia romena. Forze di polizia che operano congiuntamente nell’ambito Divisione S.I.R.E.N.E. (Supplementary Information Requestat National Entries) che si occupa della ricerca e cattura latitanti nell’area Schengen. Stelica si era reso irreperibile sfuggendo all’arresto lo scorso 5 marzo durante l’Operazione “SCRIGNO”. 25 persone persone furono arrestate per associazione mafiosa, scambio elettorale politico mafioso, estorsione, danneggiamento seguito da incendio e altro. L’operazione permise di disarticolare il mandamento mafioso di Trapani retto dai fratelli Francesco e Pietro VIRGA, figli del boss ergastolano Vincenzo per i quali, pochi giorni fa, è stato disposto il regime carcerario del 41 bis