Aperto un contenzioso tra la vecchia proprietà di De Simone e l’attuale gestione del club granata. In ballo ci sarebbe il mancato pagamento della seconda rata del trasferimento delle quote.

Gli strascichi di una lunghissima estate perdurano anche in autunno. Alla vigilia della trasferta di La Spezia, riecheggia la notizia del mancato pagamento della seconda rata del trasferimento delle quote di proprietà del Trapani Calcio. L’ ex amministratore delegato Mauriuzio De Simone, sarebbe pronto a far valere tutti i diritti, e quindi a mettere in discussione il famoso contratto perfezionato da un notaio di Roma nello scorso mese di Giugno. Fonti interne alla società granata hanno confermato la veridicità della notizia, ma ci hanno fatto sapere che saranno soltanto i legali a fornire le delucidazioni necessarie perchè la situazione possa essere compresa. A noi preme semplicemente proteggere la passione di un’intera città e dei tifosi granata, che hanno seguito con trepidazione il salvataggio del Trapani , dopo la promozione sul campo, e hanno diritto di sapere quale sia il futuro immediato.