Boom di presenze per le Vie dei Tesori. Sfiorate le 80 mila presenze nei primi tre weekend in dieci città siciliane. La più visitata è stata Trapani.

Un grande successo per Le Vie dei Tesori che chiude l’edizione nelle prime dieci città siciliane, tra cui Trapani e  Marsala, con quasi 80 mila presenze ed un netto incremento rispetto alla passata edizione. Trapani, dove la Via dei Tesori è stata organizzata con la collaborazione dell’associazione Agorà, si è classifica come la città più visitata, chiudendo questa sua seconda partecipazione al festival con 16.506 presenze, mille in più dello scorso anno: la Torre della Colombaia continua a essere il sito più amato e sfiora le duemila presenze tra tutti coloro che hanno prenotato la visita e raggiunto in barca l’isoletta su cui sorge l’ex carcere. Sempre a Trapani, tra i luoghi più amati ci sono palazzo Milo Pappalardo, molto frequentato in tutti e tre i fine settimana, il campanile e il chiostro di San Domenico, la Tonnara Bonagia e la bottega laboratorio “Rosso corallo” dell’ultimo artigiano dell’”oro rosso”, Platimiro Fiorenza. Molto apprezzato il programma KIDS. Trapani è stata l’unica tra le dieci città ad averlo proposto, sulla scia di Palermo dove ormai è uno dei must; e sono stati frequentatissimi anche i laboratori per le scuole.