Presentata stamani la programmazione sanitaria dell’azienda trapanese

Una conferenza stampa alla presenza del direttore generale e del direttore sanitario per presentare il piano aziendale dell’Azienda Sanitaria Trapanese. Uno strumento che andrà a regolare i vari passaggi che questa direzione effettuerà con l’obiettivo di migliorare  la qualità dei servizi offerti al territorio. Un’azienda, quella trapanese, che deve gestire la rete ospedaliera con i suoi 7 presidi e tutta la complessa rete di medicina del territorio. Il direttore generale, Fabio Damiani, si è soffermato sulle difficoltà del portare a compimento, nonostante siano stati banditi i concorsi, il completamento degli organici.Le motivazioni sono conosciute e sono la mancanza di medici specialisti, in alcuni casi come la medicina di urgenza  l’assessore regionale alla salute ha predisposto dei corsi speciali con pratica ospedaliera per laureati. Altra difficoltà a cui si tende a a dare argine sono le richieste di mobilità in uscita di medici in servio che essendo spesso palermitani tendono a fare ritorno nella loro città. Il direttore sanitario ha presentato i PUA  ovvero punto unico di accesso alla medicina del territorio, quindi ambulatori specialistici, assistenza ad anziani, disabili e persone deboli nei confronti dei quali l’azienda pone particolare attenzione.

GUARDA IL SERVIZIO