Pubblicità
<tonno auriga

Grande successo per la Città di Trapani che, in occasione del Festival “Le Vie dei Tesori”, è risultata la meta più visitata in regione, con oltre 16500 visite in 9 giorni: 25 i siti aperti ai trapanesi ed ai tantissimi turisti, positivamente colpiti dal patrimonio artistico cittadino. L’organizzazione trapanese, affidata all’associazione Agorà, ha dunque ribadito la forza della nostra città e la fame di eventi artistico-culturali che possano dare lustro ai tanti magici luoghi presenti sul territorio.

La Colombaia continua a essere il sito più amato e sfiora le duemila presenze tra tutti coloro che hanno prenotato la visita e raggiunto in barca l’isoletta su cui sorge l’ex carcere. Tra i luoghi più apprezzati ci sono palazzo Milo Pappalardo, molto frequentato in tutti e tre i fine settimana, il campanile e il chiostro di San Domenico, la Tonnara di Bonagia e la bottega laboratorio “Rosso corallo” dell’ultimo artigiano dell’”oro rosso”, Platimiro Fiorenza. Molto apprezzato il programma Kids (Trapani è l’unica tra le dieci città del festival ad averlo proposto, sulla scia di Palermo dove ormai è uno dei must). Sono stati frequentatissimi anche i laboratori per le scuole.

“Un plauso sentito alle ragazze e ai ragazzi di Agorà, che ancora una volta rinnovano il loro impegno/amore per la Città di Trapani, tutta da riscoprire , dichiara il sindaco Giacomo Tranchida. Da parte nostra ho dato mandato all’Ass. Rosalia D’Ali, con l’ausilio del consulente gratuito dr Giuseppe Butera (soprintendente fondazione EriceArte), come da programma di governo, di progettare la gestione comunale del percorso turistico culturale cittadino. Al riguardo – prosegue il Sindaco Tranchida –  auspico azioni collaborative con altri Enti pubblici, la Diocesi e anche la stessa Associazione Agora”.