Personale Airgest in servizio sul piazzale aeromobili (Ph: Ufficio Stampa Airgest)
Pubblicità
<tonno auriga

Per evitare i preannunciati licenziamenti sarà avviata la procedura di cassa integrazione straordinaria per 29 lavoratori dell’AIRGEST in esubero. Intesa raggiunta tra azienda e sindacati

di Fabio Pace

Sono stati scongiurati i licenziamenti di 29 lavoratori dell’Airgest in esubero a causa della riduzione dei voli. Ad annunciarlo sono i sindacati Cgil Cisl Uil e Ugl Trapani dopo l’incontro di ieri sera con la dirigenza della società che gestisce lo scalo trapanese. Sindacalisti e Airgest hanno condiviso la possibilità di evitare i licenziamenti preannunciati, ricorrendo alla cassa integrazione straordinaria. Una soluzione che oltre a salvaguardare i dipendenti, consente di ottenere risparmi e razionalizzazioni che permetterà la concretizzazione del lavoro messo in campo dal nuovo management e avviare il rilancio dello scalo trapanese. Insomma un ricorso agli ammortizzatori sociali per superare la stagione winter 2019-2020 e con la speranza di un incremento dei voli con la summer 2020. Cgil Cisl Uil e Ugl Trapani, infine lanciano un appello ai sindaci dei comuni Castellamare, Pantelleria, Valderice, Campobello di Mazara, Salaparuta e Poggioreale ancora inadempienti, per le somme residue relative al co-marketing scaduto il 31 marzo del 2017, affinché facciano la loro parte nella delicata vertenza, perché non siano vanificati i sacrifici dei lavoratori e non sia compromesso il rilancio dello scalo di Birgi