Pubblicità
<tonno auriga

Rifornivano di droga giovani e giovanissimi della Vetta. In manette, con l’accusa di spaccio, due uomini, rispettivamente padre e figlio. Si tratta di Pietro ed Alessandro Vultaggio di 58 e 36 anni. Da tempo i militari dell’Arma li tenevano d’occhio, insospettiti dal continuo via vai nei pressi dell’abitazione dei due in via Fratelli Aiuto. Nel corso di una perquisizione, con il supporto dell’unità cinofila di Palermo e grazie all’infallibile fiuto del cane Derby, sono state rinvenute 13 dosi di hashish nella camera da letto. All’interno della cameretta del 36enne, invece,  occultati all’interno di una cassetta di sicurezza sono stati invece rinvenuti due panetti di hashish sottovuoto e oltre 2000 euro in banconote da piccolo taglio, 3 coltelli, verosimilmente utilizzati per il taglio dello stupefacente ed un bilancino di precisione. I due, dopo gli atti di rito sono stati sottoposti ai domiciliari in attesa dell’udienza di convalida che si è conclusa con la scarcerazione di Pietro Vultaggio, per il ruolo marginale assunto nella vicenda. L’uomo verrà giudicato nel corso di un altro provvedimento.