Pubblicità
<tonno auriga

Boom di presenze oggi a Trapani per le Giornate d’autunno del Fai. In centinaia hanno visitato Torre di Ligny ed il Bastione Imperiale, entrambi aperti per l’iniziativa organizzata dal Fondo per l’ambiente. Per molti la “scoperta” è stato naturalmente la possibilità di salire su ciò che resta della antica cinta muraria della città. Un punto davvero unico da dove si può godere di un panorama unico sul versante di tramontana del litorale trapanese. Ad accompagnare i visitatori gli apprendisti ciceroni delle scuole che hanno aderito all’iniziativa, ovvero l’istituto comprensivo di Paceco “Giovanni XXIII”, il liceo delle scienze umane “Rosina Salvo”, l’alberghiero “Vincenzo Florio” ed il liceo scientifico “Vincenzo Fardella”. In tutto circa ottanta ragazzi. Anche questa mattina si sono poi tenute le passeggiate con Stefania La Via e Valeria Campo Tranchida, mentre il professore Francesco Torre a Torre di Ligny ha parlato della battaglia delle Egadi del 241 a.C. Le iniziative organizzate dalla delegazione del Fai di Trapani guidata da Nicola Adragna e Rita Barraco si sono concluse nel pomeriggio con conferenza sul mito di Venere e di Enea, a cura di Renato Lo Schiavo e Margherita Giacalone. 

Ma.To.