Pubblicità
<tonno auriga

Nuovo blitz antidroga da parte degli uomini della Squadra Pegaso del commissariato di Mazara del Vallo. In manette, un 21enne incensurato. Il padre del giovane, un 58enne, è stato invece denunciato a piede libero. Lo scorso 15 ottobre, i poliziotti, che da tempo tenevano d’occhio il giovane, lo hanno visto mentre si recava a casa del cugino e lasciargli una borsa. Appena uscito dall’abitazione il 21enne è stato bloccato dagli agenti che lo hanno perquisito. In tasca aveva due dosi di hashish del peso complessivo di circa 2,5 grammi. Perquisita anche l’abitazione del giovane dove i poliziotti, grazie all’infallibile fiuto del cane Ullak, della sezione cinofili di Palermo, hanno rinvenuto nella camera da letto del padre, una scatola di cartone contenente 50 grammi circa di marijuana. Nel giardino inoltre spiccava una pianta di cannabis indica dell’altezza di circa 50 cm, coltivata in vaso. Il 58enne ha affermato di essere lui il proprietario dello stupefacente. Per questo per lui è scattata la denuncia per coltivazione e detenzione illegale di droga. Recuperata anche la tracolla che il 21enne aveva lasciato a casa del cugino. Al suo interno, erano custoditi 6 panetti di hashish del peso complessivo di 580 grammi circa, oltre all’occorrente per il taglio e la pesatura della droga. Si stima che la vendita della sostanza stupefacente, avrebbe fruttato circa 9.000,00 euro. Completata la redazione degli atti di polizia giudiziaria il giovane è stato posto agli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo.