Il giudice ha deciso per il non “autosequestro” delle quote del Trapani Calcio. Petroni: “La proprietà non è nè oggi, nè sarà domani, in discussione”

Entro domani la Alivision dovrà versare 75 mila euro, se vorrà evitare il procedimento di messa in mora da parte della FM Service di Maurizio De Simone, correndo così il rischio che proprietà del Trapani possa tornare nelle mani della stessa FM Service. È questa la conseguenza della decisione del Tribunale di Milano, che ha respinto l’istanza di autosequestro delle quote del club granata. “Il provvedimento – commenta Fabio Petroni, consigliere di amministrazione e vero patron del Trapani – seppur nel respingere il sequestro delle somme oggetto dell’atto indica la strada maestra da seguire per tutelare gli interessi del Trapani Calcio la cui proprieta’ non e’ oggi , ne sara’ domani , in discussione . Tale strada sara’ perseguita con la massima determinazione nell’ esclusivo interesse della societa’ sportiva”. Non rimane che attendere domani per seguire ancora gli sviluppi della vicenda”.