Pubblicità
<tonno auriga

Hanno partecipato alla più famosa maratona del mondo. Trionfa il Kenya.

Giuseppe Cognata commercialista quarantatreenne di Paceco con studio a Trapani e Francesco Fazio, ristoratore di 37 anni, sono stati questo pomeriggio al via, 10,40 ora della Grande Mela, della famosissima Ne York City Marathon. Un sogno che si avvera per loro, appassionati di questo sport, che praticano tutti i giorni sul territorio. Un hobby, certamente, con il quale si sono voluti confrontare questa volta con “i grandi” della disciplina, in un appuntamento che è ormai un “must” dell’atletica leggera on the road. Oltre 50 mila runners e due milioni di spettatori sparsi per i 42 chilometri 195 metri di percorso, partecipano ogni anno all’appuntamento che News York regala al mondo dal 1970; solo dall’Italia quest’anno, sono stati 2800 i partecipanti. Negli anni ha partecipato qualche “Vip” come dj Linus o Gianni Morandi, noti appassionati della manifestazione, e tanta gente comune, come quest’anno i nostri Cognata e Fazio, che hanno voluto soddisfare, sudandoselo … è proprio il caso di dire nella circostanza, questo sogno nel cassetto. Il risultato non è stato niente male: i maratoneti trapanesi hanno impiegato, entrambi, poco meno di quattro ore e dieci minuti a percorrere il tratto di gara, piazzandosi sostanzialmente a metà del gruppone di questa 49esima edizione. Quest’anno la New York City Marathon è stata vinta dal keniano Geoffrey Kamrowor che ha bissato il successo del 2017; così il paese africano ha dominato nella città dalle “mille luci” visto che anche quella femminile è andata ad un’atleta keniota, Joycilline Jepkosgei