Pubblicità
<tonno auriga

Si è svolta oggi, davanti la Corte d’Assise di Trapani, la seconda udienza del processo a carico di Margareta Buffa, 30 anni, di origine romena, arrestata lo scorso 20 marzo dai Carabinieri assieme a Carmelo Bonetta, 35 anni.

I due sono accusati dell’omicidio di Nicoletta Indelicato, la 25enne marsalese di origini romene, uccisa con dodici coltellate e il cui cadere è stato poi parzialmente bruciato la notte tra il 16 e il 17 marzo e trovato in un vigneto di contrada  Sant’Onofrio, nella periferia di Marsala.

Margareta Buffa, assistita dall’avvocato Ornella Cialona, era presente in aula anche oggi, come per la prima udienza del 21 ottobre, seduta accanto al proprio legale, e ha seguito lo svolgersi dell’udienza serenamente. Per Carmelo Bonetta, difeso dall’avvocato Natale Pietrafitta, la prima udienza, con il rito abbreviato, si terrà il 29 novembre al Tribunale di Marsala.  

Bonetta reo confesso, venne arrestato dopo avere ammesso di essere stato l’autore materiale dell’omicidio, e di essesere d’accordo con Margareta Buffa. Fu lo stesso Bonetta la mattina del 20 marzo, a condurre i carabinieri nel vigneto di contrada Sant’Onofrio, dove i tre sarebbero arrivati con la Lancia Y della Buffa all’interno del cui bagagliaio Bonetta si sarebbe nascosto per uscire quando si sono fermati in aperta campagna e accoltellare Nicoletta.

Nell’udienza di oggi sono stati sei i testi ascoltati, dei 9 previsti, e dei 69 in totale da sentire nel corso del processo.

La prossima udienza è fissata al 18 novembre alle ore 9.30. In quell’occasione saranno ascoltati i familiari di Nicoletta Indelicato.