La NYC Marathon in 3 ore

Pubblicità
<tonno auriga

È questo lo straordinario risultato del pantesco Simone Parisi alla corsa newyorchese.

Avevamo parlato, appena conclusa la gara, dei due trapanesi Giuseppe Cognata e Francesco Fazio che hanno coronato il loro sogno di partecipare alla New York City Marathon; ma, i due, non sono stati i soli “trapanesi” a gareggiare, domenica, assieme “ai grandi” della disciplina. C’era anche Simone Parisi della A.S.D. PantelleriaOutdoor -primo pantesco che abbia mai partecipato alla maratona della Grande Mela-, che in 3 ore ha coperto gli oltre 42 km di percorso. L’isola lo ha consacrato “Ambasciatore sportivo di Pantelleria” ed il 45enne appassionato di moto, che è anche il suo lavoro visto che gestisce una officina meccanica nella “Perla Nera dal Mediterraneo”, ha ricambiato i suoi concittadini con questo tempo fantastico risultando 1743° sui 53508 ai nastri di partenza e 62esimo assoluto fra gli 2846 italiani in gara.Con appena un minuto di distacco, ha fatto altrettanto bene l’ericino Claudio Quartana; il consulente fiscale internazionale 35enne, milanese d’adozione dal 2002, ha concluso la maratona in 3 ore e 3 minuti per la sua seconda partecipazione alla Marathon dopo quella di due anni fa. Negli oltre 53 mila runners che hanno gareggiato in questa 49esima edizione anche il mazarese Salvo Piccione, veterano della disciplina con oltre 200 maratone alle spalle che ha chiuso con il tempo di 3 ore e 49 minuti. Con lui, anche il concittadino Vincenzo Pecunia con 154 gare d’esperienza a condividere questa straordinaria esperienza agonistica. Da Salemi, invece, ha partecipato Salvatore Mucaria. Fra le donne, infine, la marsalese Desirè Tumbarello  – trapiantata da 8 mesi a Washington “che ha voluto seguire il suo host dad, anch’egli grande maratoneta..,lanciando la sfida a se stessa per superare i suoi limiti dopo 11 anni di windsurf a livello agonistico” – ha tenuto alto il vessillo di genere nella nostra provincia.

GUARDA LA PHOTOGALLERY