Pubblicità
<tonno auriga


Prorogata fino al 10 gennaio 2020 la ztl temporanea in alcune strade del centro storico di Trapani.s

Si tratta delle vie dove non possono circolare le auto ed i ciclomotori dal primo aprile al 31 ottobre, fatta eccezione per quelli dei residenti muniti di apposito pass, oltre che gli operatori commerciali per il carico e scarico merci. Un provvedimento che viene sospeso durante i mesi invernali, ovvero dal primo novembre a fine marzo. Ma davanti alle richieste dei commercianti, che hanno avanzato l’idea di potere continuare, considerato le buone condizioni meteo di questo periodo,  a stare con i tavoli e le sedie fuori dai loro locali, allungando così la stagione fino alle festività natalizie, l’amministrazione comunale ha deciso di prorogare la zona a traffico limitato temporanea al prossimo 10 gennaio. La richiesta è stata formalmente avanzata dall’associazione commercianti “Trapani Centro”, così come riportato nell’ordinanza firmata dal sindaco Giacomo Tranchida. Tra l’altro proprio ieri il provvedimento è stato modificato, visto che, “per mero refuso dell’ufficio proponente”, nell’elenco delle strade erano state inserite per sbaglio delle strade, come la via XXX Gennaio, la via Libertà, la via Ammiraglio Staiti, viale Duca D’Aosta, corso Italia e la via Regina Elena. Arterie centrali e sicuramente strategiche per la viabilità del centro storico, che nulla hanno a che vedere con la ztl temporanea. Un errore che nei giorni scorsi aveva portato alla presa di posizione dell’associazione Codici. Ma si è trattato di un refuso, come fatto subito sapere dagli uffici di Palazzo D’Alì. Tant’è che il provvedimento è stato subito modificato, con l’ordinanza sindacale emessa ieri.  E di mero refuso, di cui si sono subito accorti, ha parlato dal comando della Polizia Municipale di Trapani il commissario Mario Bosco, facendo notare come nelle strade finite per sbaglio nell’ordinanza non siano stata messa alcuna segnaletica, come disposti invece nelle altre vie.