Pubblicità
<tonno auriga

Inizia domani il primo workshop organizzato dal Parco Nazionale Isola di Pantelleria con l’obiettivo di promuovere e arricchire il confronto e la condivisione delle strategie da perseguire, con tutti i soggetti coinvolti nelle varie attività, per seguire la sua mission, ovvero “coltivare la bellezza”. Una due giorni per presentare un primo bilancio dell’attività svolta dal Parco, dalla sua istituzione, nel 2016, ad oggi, per conoscere le prospettive future di ricerca e valorizzazione dell’isola; definire le sinergie che fanno da traino all’interno della collettività pantesca e nel contesto complessivo del Sistema dei Parchi Italiani, facendo emergere l’unicità di Pantelleria quale valore universalmente riconosciuto.

La prima sessione si aprirà domani, giovedì 7 novembre, alle ore 15.00, nella sala conferenze del Castello. Il tema affrontato sarà il paesaggio agro – forestale e aspetti micro-climatici in un unicum di biodiversità con gli interventi di Giuliana Mattiazzo, vice Rettore del Politecnico di Torino; Donato La Mela Veca, ricercatore Università di Palermo,; Simone Scopetani e  Fulvio Tonarelli – D.R.E.Am. Italia Soc. Coop, sul Piano di Prevenzione e gestione Antincendio; Tommaso La Mantia, Università di Palermo; Giorgia De Pasquale, ricercatore Università Roma Tre; Mario Lo Valvo, Università di Palermo; Paola Quatrini, Università di Palermo. Seguiranno, poi, i progetti del Parco presentati da Mimmo Busetta, ingegnere Comune di Pantelleria; Antonio Motisi, Università di Palermo; Francesco Pascale, Consulente Novamont.

Nella seconda giornata, in programma venerdì 8 alle ore 9.00, sarà presentato il Piano di Sviluppo Socio Economico del Parco Nazionale a cura di Vitaliano  Fiorillo, dell’Università Bocconi  e saranno affrontati temi legati al turismo, al marketing e alla progettazione con gli interventi di Luca Bianchi, direttore Svimez; Francesco  Chiocci, dipartimento  Scienze della Terra Università La Sapienza – CNR di Roma;  Dario Cartabellotta, dirigente Generale Dipartimento Agricoltura Regione Siciliana; Martina Ferracane – Presidente Fab Lab Western Sicily; Maria Carmela Giarratano, direttore Generale della Direzione generale per la Protezione della Natura e del Mare (PNM). Nel pomeriggio, a partire dalle 15, si parlerà di turismo e comunicazione con gli interventi di Gildo La Barbera – società STEP; Carmen Di Penta, direttore Marevivo Onlus; Patrizio Scarpellini, direttore del Parco Nazionale delle Cinque Terre; Maurizio Cattani, Cai Liguria,; Roberto Mazzà, direttore Tecnico SL&A turismo e territorio; Paolo Roncaglia, presidente agenzia di comunicazione Roncaglia Above Communication; Silvia Baglioni, consulente per la comunicazione ambientale; di Fabio Casano, direttore Pantelleria Islands; Antonella Lusseri, consulente del Parco Nazionale per la comunicazione e rapporti con la stampa. Infine, Riccardo Valentini, Antonio Motisi, Tommaso La Mantia, Università della Tuscia, Università di Palermo, presentano Pantelleria SMART-PARK: una infrastruttura per l’osservazione continua delle risorse naturali di Pantelleria.

A concludere l’evento sarà la lectio magistralis del Professor Giuseppe Barbera dedicata al tema dell’universo ecologico di Pantelleria fra Patrimonio UNESCO e Biodiversità. Il presidente del Parco Salvatore Gabriele, ha voluto così rendere omaggio alla sua straordinaria carriera universitaria e al costante impegno nella ricerca e nel racconto dell’isola di Pantelleria, con particolare riferimento al paesaggio agrario e alla coltivazione del cappero.