SONY DSC
Pubblicità
<tonno auriga

Furto aggravato, danneggiamento e porto abusivo d’armi. Con queste accuse i carabinieri del Nucleo Radiomobile di Castelvetrano hanno arrestato Giovanni Calamia di 50 anni, volto noto alle forze dell’ordine per le passate turbolenze e già sottoposto all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. L’uomo aveva rubato un furgone, un Fiat Doblò, riuscendo in un primo momento a far perdere le proprie tracce. Scattato l’allarme i militari si sono messi alla ricerca dell’uomo e dopo averlo rintracciato lo hanno seguito a distanza, attendendo il momento opportuno per intervenire. Il 50enne però percorrendo alcune stradine strette ha urtato due auto parcheggiate danneggiandole. Subito dopo l’intervento dei carabinieri l’uomo ha abbandonato il furgone ed è fuggito a piedi. La sua corsa però è terminata pochi minuti dopo nei pressi della ferrovia dove è stato fermato ed arrestato. Durante la perquisizione Calamia è stato trovato in possesso di un taglierino che è stato sequestrato. Subito dopo le formalità di rito e su disposizione della Procura della Repubblica di Marsala, è stato sottoposto agli arresti domiciliari, in attesa di rito per direttissima.