Pubblicità
<tonno auriga

Dopo l’appello partito da Trapani, affinchè tutti i comuni della provincia si attivino per conferire la cittadinanza onoraria a Liliana Segre, sotto scorta per le troppe minacce ricevute attraverso i social, la senatrice a vita ha inviato una lettera ai promotori dell’iniziativa per ringraziare quanti hanno aderito alla mobilitazione. “Saluto e ringrazio – si legge nella lettera della Segre – tutte le persone e le istituzioni che hanno raccolto l’appello di solidarietà promosso dall’associazione Punto Dritto della provincia di Trapani. È questo un periodo difficile per la nostra democrazia – prosegue la nota – per la nostra società civile, per il clima che si respira e per i pericoli che incombono, ma la solidarietà di uomini, donne, istituzioni è indispensabile perché indice di un tessuto morale e civile del Paese per fortuna ancora integro. Democratico, costituzionale, antifascista”.