La crisi dell’edilizia, i sindacati: “Settore al collasso”

Pubblicità
<tonno auriga

Riaprire i cantieri per rilanciare il settore delle costruzioni. E’ quanto chiedono la Fillea Cgil, la Filca Cisl e la Feneal Uil che questa mattina sono scesi in piazza per la mobilitazione nazionale “Noi non ci fermiamo”.

A Trapani i rappresentanti sindacali di Cgil, Cisl e Uil oggi si sono dati appuntamento a piazza Vittorio Veneto, davanti la Prefettura, per illustrare con un volantinaggio le ragioni del perché rilanciare il settore delle costruzioni vuol dire rilanciare il Paese. I sindacati chiedono lo sblocco dei finanziamenti e dei lavori per fare ripartire la realizzazione delle opere pubbliche, a partire dal secondo lotto del collegamento delle statali 113-119 variante Alcamo, il tratto Trapani –Mazara del Vallo. Durante la mattina i segretari delle organizzazioni sindacali hanno consegnato al Prefetto di Trapani Tommaso Ricciardi le richieste per rilanciare il settore dell’edilizia.

GUARDA IL SERVIZIO CON LE INTERVISTE