Pubblicità
<tonno auriga

Ancora novità nella composizione della giunta comunale di Erice. La Sindaca Daniela Toscano oggi ha infatti nominato il consigliere Paolo Genco alla carica di assessore. Paolo Genco, che prima di accettare la nomina ad assessore si era dimesso dalla carica di Presidente del Consiglio comunale, subentra a Patrizia Baiata a sua volta dimissionaria. Dopo la nomina il neo assessore ha prestato giuramento innanzi al segretario generale, dr. Calogero Calamia. Nei prossimi giorni il sindaco procederà alla rimodulazione delle deleghe assessoriali.

Di seguito le dichiarazioni del sindaco Daniela Toscano: “Auguro buon lavoro al neo assessore che entra in Giunta dopo avere svolto con imparzialità il delicato ruolo di Presidente del consiglio comunale e sono certa che saprà dare il suo importante contributo anche come componente della mia giunta. Ringrazio, infine, per il buon lavoro svolto in seno alla mia Giunta dall’Avv. Patrizia Baiata.”

Le dichiarazioni del neo assessore Paolo Genco: “Ringrazio la sindaca per l’odierna nomina assessoriale conseguente le mie dimissioni da Presidente del Consiglio, che mi consentirà ulteriormente di continuare il mio operato politico amministrativo, con correttezza, serietà e disponibilità nell’interesse della comunità ericina. Ringrazio, infine, tutti i colleghi consiglieri per la collaborazione fin dalla mia elezione a presidente, auguro infine al futuro presidente del consiglio che verrà eletto di proseguire serenamente con l’attività politico amministrativa finora svolta.”

La nomina di Genco in giunta rientrerebbe nell’ambito di un accordo, dai banchi dell’opposizione, con i consiglieri Luigi Nacci e Nicola Augugliaro. Che si preparerebbero dunque a passare, armi e bagagli, nelle fila della maggioranza. Tant’è che lo stesso Nacci è dato in pole position per l’elezione a presidente del Consiglio comunale di Erice al posto dello stesso Genco. Il neo assessore si preparerebbe comunque a dimettersi da consigliere comunale, spianando la strada al primo dei non eletti Ninni Simonte, che si appresta quindi a fare rientro nell’assemblea della vetta.