Pubblicità
<tonno auriga

Settimana di esercitazioni per le forze aeree con teatro operativo fra Trapani, Palermo, Agrigento e Caltanissetta

Da oggi e fino al prossimo 28 novembre, l’Aeronautica Militare è impegnata nella Sicilia occidentale in un’esercitazione denominata “Personnel Recovery Week 2019” che vedrà velivoli, elicotteri e forze terrestri impegnati in missioni di recupero di personale rimasto isolato in area di operazioni. Addestramento, quello del recupero di soldati rimasti isolati dietro le linee nemiche che rappresenta una capacità operativa dell’Aeronautica Militare di vitale importanza nei moderni teatri d’impiego allo scopo di assicurare il necessario livello di sicurezza agli operatori sul campo. Lo scenario dell’esercitazione metterà alla prova l’integrazione tra aerei ed elicotteri, sia con le forze di estrazione, sia con i sistemi di comando e controllo aerotrasportati. Nei prossimi giorni saranno condotte missioni addestrative diurne e pomeridiane che prevedono anche voli a bassa quota dei velivoli Eurofigher ed atterraggi fuoricampo degli elicotteri HH-139A in aree demaniali pre-identificate ed autorizzate. Le forze di superficie raggiungeranno invece con veicoli fuoristrada le aree di recupero che sono state localizzate lontane dai centri abitati nei comuni di Trapani, Palermo, Agrigento e Caltanissetta. L’attività, preventivamente coordinata con le autorità competenti in ciascun territorio, sarà pianificata e condotta in aderenza alle procedure e alle previste normative di sicurezza del volo. Parteciperanno all’esercitazione cinque velivoli F-2000 Eurofighter del 4°, 36°, 37° e 51° Stormo, due elicotteri HH-139A del 82° Centro e del 83° Gruppo Combat SAR, un velivolo CAEW del 14° Stormo, Fucilieri dell’Aria e Incursori rispettivamente del 9° e del 17° Stormo.

Due velivolo F-2000 Eurofighter del 37° stormo “Cesare Toschi” in volo sulla costa marsalese (Ph: Aeronautica Militare)