Pubblicità
<tonno auriga

L’animalista trapanese è stato condannato dal Tribunale di Trapani per diffamazione e minacce

Il Tribunale di Trapani ha decretato una nuova condanna penale a mille euro di multa, in sostituzione della corrispondente pena detentiva, a Enrico Rizzi, presidente del NOITA. Il PM Marco Verzera aveva decretato la citazione a giudizio diretta del presidente del Noita per aver «minacciato di ingiusti mali» Fabio Rotolo, medico veterinario dell’Asp di Trapani, «profferendo al suo indirizzo» le frasi «”fin quando Pupa e Blanca – (due cani di cui si occupò all’epoca della vicenda, ndr) – non torneranno nel loro habitat dove hanno sempre vissuto io ti assicuro che veniamo ogni settimana, cercando di toglierti quanti più clienti possibile e così hai finito di lavorare”» con l’aggravante di avere commesso il fatto contro persona incaricata di pubblico servizio. Nei giorni seguenti, poi, Rizzi avrebbe diffamato il veterinario sui social scrivendo una espressione che il sostituto procuratore definì «inequivocabilmente diffamatoria»: «maledetto veterinario». Sono invece riferibili ad altri utenti social e non ad Enrico Rizzi le frasi: «… che merda… il veterinario era meglio che faceva il macellaio, etc…». Oggi il Tribunale di Trapani ha decretato la nuova condanna; il dottore Rotolo si era costituito parte civile tramite l’avvocato Manuele Canale del Foro di Marsala. Il presidente del NOITA Rizzi ha annunciato che ricorrerà in appello.