Anche a Trapani alcuni cittadini, hanno voluto ricordare chi ha perso la vita in un incidente stradale dandosi appuntamento in via conte Agostino Pepoli per un sit-in  che si è tenuto nello slargo antistante l’uscita laterale della Chiesa della Madonna di Trapani, dove il gruppo guidato da Natale Salvo, promotore dell’iniziativa, ha preparato un’installazione con i nomi delle ultime cinque persone morte nei mesi scorsi nell’hinterland. A terra hanno invece posizionato una bicicletta, una carrozzina, un bambolotto e delle magliette sporche di sangue.

« Luciano Pipitone, Vito Criscenti, Ousmane Kone, Davide Cignani e Andrea Mottola sono i nomi di cinque delle ultime vittime della strada. Solo facendo i nomi riusciamo a entrare nella testa della gente e, forse degli Amministratori Pubblici. Quando, al contrario, si parla di statistiche, dei 5 morti e dei 600 feriti che ogni anno insanguinano le strade di Trapani non si crea alcuna attenzione », ha dichiarato Natale Salvo.

La Giornata delle vittime della strada è servita anche a puntare i riflettori sul tema della prevenzione, con Natale Salvo che è tornato a cheidere chiedendo interventi strutturali, chiamando in causa piazza Martiri e la rotonda realizzata anni addietro che ha di fatto azzerato gli incidenti mortali nel centrale nodo viario.

GUARDA IL SERVIZIO CON L’INTERVISTA A NATALE SALVO