Pubblicità
<tonno auriga

Il Comune di Erice domani presenterà al Prefetto il piano di controllo del territorio che è in procinto di essere predisposto

Disagio economico e disagio culturale spesso si traducono rispettivamente in esposi di microcriminalità e di inquinamento ambientale.

Le Istituzioni certamente hanno il dovere di mantenere alto il livello di sicurezza urbana al fine  di tutelare  l’incolumità di  ogni singolo cittadino e l’ambiente.

Con l’avvento dei Social network , ahimè  parte integrante della vita di tutti noi,  risulta abbastanza semplice addossare le colpe alle Amministrazioni comunali con l’obiettivo, spesso  strumentale, di distogliere  l’attenzione da quello che è un problema molto più grande,  riducendolo, di fatto,    ad una “banale” critica limitata ad un post che rimane fine a se stesso.

Una politica nazionale disattenta alle necessità che manifestano i territori che negli anni, causa i continui tagli alle risorse destinate alla sicurezza urbana, ha causato purtroppo l’aumento del numero di reati  anche e soprattutto per  la ridotta capacità  delle Amministrazioni  di controllare il proprio territorio attraverso l’utilizzo delle risorse umane in dotazione.

A Erice provano a prendere provvedimenti e Lunedì, per volontà del Sindaco e con assoluta condivisione del Comandante della Polizia Municipale ed in piena sintonia con il neo assessore Peppe Spagnolo, si è convenuti alla volontà unanime di effettuare un controllo ancora più serrato con l’ausilio di ulteriori e aggiornati sistemi di  video sorveglianza, da aggiungere a quelli già da tempo istallati su gran parte del territorio ericino .

Numerose telecamere infatti monitorano h24 le zone sensibili del nostro territorio.

“Definiremo, nelle prossime ore, la pianificazione di una massiccia azione di controllo finalizzata a ridurre l’abbandono indiscriminato di rifiuti – afferma proprio l’assessore Spagnolo – ed a  cercare di reprimere il più possibile gli episodi di microcriminalità”.

Domani, così come da circolare  78757 del 15/11/2019 del Prefetto della città di Trapani, verranno comunicati allo stesso gli interventi adottati già da tempo e  tutto ciò  che l’Amministrazione intende adottare  per monitorare maggiormente il territorio.

Considerata la recrudescenza di episodi di microcriminalità, del resto, la sicurezza dei cittadini è di prioritaria importanza anche per il semplice fatto che tutti siamo cittadini e nessuno è indenne.