Il commissario del Libero Consorzio dei Comuni di Trapani Raimondo Cerami è intervenuto sui lavori in viale Crocci che stanno creando non pochi disagi agli automobilisti a causa della concomitate chiusura della ss 187 per Valderice.

In un comunicato mandato ieri pomeriggio il commissario del Libero Consorzio Raimondo Cerami ha assicurato che i lavori per il nuovo asfalto lungo viale Crocci saranno completati entro sabato. Ed a partire da oggi scatterà il senso unico di marcia da Trapani verso Valderice. Il traffico proveniente da Valderice sarà invece deviato sulla sp 34 in direzione di Napola. Per cercare di limitare i disagi nelle fasce orari di maggiore transito è stato poi deciso di fissare l’inizio dei lavori alle 8.30 e di interromperli dalle 13.30 alle 14.30. I lavori di messa in sicurezza lungo la sp 52 riguardano il ripristino della sede viaria, delle barriere e della segnaletica necessaria per assicurare la sicurezza all’utenza della strada. WQuesti interventi sono stati avviati – ha puntualizzato il commissario straordinario Cerami – grazie ai fondi del Ministero delle Infrastrutture che prevedono però dei tempi di completamento molto brevi, tant’è che è prevista la data di ultimazione entro il 31 dicembre, pena la revoca dell’intero finanziamento. Da qui l’urgenza dettata dall’inizio immediato dei lavori. Per Cerami “il disagio limitato alla fase di avvio – si legge nella nota – sarà ripagato dal fatto che finalmente la sp 52, dopo gli interventi che a breve saranno realizzati, sarà una strada migliore e più sicura”. Secondo quanto fatto sapere dal commissario “nessuna criticità  è stata segnalata da parte di enti pubblici e forze dell’ordine. Durante il secondo giorno di lavori – sono sempre le parole del commissatio si sono registrati tempi di attesa per l’utenza stradale inferiori a 5 minuti, e già a partire dal pomeriggio dello stesso giorno sono state fornite dagli uffici del Libero Consorzio di Trapani adeguate informazioni alle amministrazioni locali del Comune di Erice e in seguito anche al sindaco e alla Polizia Municipale di Valderice”.