Pubblicità
<tonno auriga

Da pochi giorni, una rappresentanza di docenti e alunni dell’Istituto Eugenio Pertini di Trapani, guidato dalla Dirigente scolastica Maria Laura Lombardo, ha fatto ritorno dalla Turchia. La delegazione trapanese ha partecipato al «Progetto Erasmus Plus Thinking about the future». Il progetto che vede un partenariato con Estonia, Bulgaria, Grecia, Slovacchia, Turchia ed Italia è centrato sul topic della tolleranza. «Oggi più che mai – ribadisce la dirigente -, il concetto di tolleranza va discusso ed approfondito oltre ogni stereotipo e pregiudizio. L’odio razziale, la violenza di genere, la negazione dei diritti umani , il cyberbullismo, il mobbing , l’estremismo religioso sono tutte forme di attacco continuo alla pacifica convivenza e pertanto l’educazione alla tolleranza è lo strumento essenziale per alimentare una costruttiva cooperazione tra i popoli». Emozionante l’accoglienza riservata dalla scuola turca ai gruppi di alunni e docenti, arrivati ad Istanbul, per la prima mobilità ed interessanti e varie le attività proposte dai diversi paesi e condivise, dallo sport al linguaggio artistico, dalla musica al codice verbale, alle nuove tecnologie. Tutti i paesi hanno mostrato presentazioni relative al paese  di origine e all’identità culturale, al fine di avviare una conoscenza reciproca cercando di focalizzare punti comuni e differenze. I ragazzi raggruppati in team internazionali hanno poi proceduto a presentare e realizzare dei “tolerance games”, in cui hanno posto in essere dinamiche di relazione che hanno facilitato la comunicazione, per poi individuare e presentare i loro concetti chiave rappresentativi di tolleranza ed elaborare loghi del progetto. Hanno arricchito le attività didattiche visite guidate in luoghi in cui è stato possibile ammirare l’armonia stilistica degli apporti delle diverse culture . La seconda mobilità di questo progetto sarà realizzata in Grecia.