In occasione della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne 25 novembre, l’Istituto Comprensivo Nunzio Nasi ha tenuto una manifestazione in commemorazione delle vittime di femminicidi dal titolo “Chiamarlo amore non si può”. L’iniziativa, patrocinata dal Comune di Trapani, si è tenuta dentro la palestra della Nunzio Nasi e non più a villa Pepoli come inizialmente programmato, per le avverse condizioni meteo. All’evento hanno partecipato diverse autorità, a partire da sindaco e assessori, oltre che alla dirigente scolastica Aurelia Bonura, che ha evidenziato come la scuola abbia voluto testimoniare “il proprio impegno per una formazione inclusiva, orientata alle pari opportunità e alle parità di genere, solidale , dedita quotidianamente – ha sottolineato – a combattere ogni forma di violenza e discriminazione per la crescita di piccoli cittadini consapevoli e rispettosi”