Pubblicità
<tonno auriga

La Pallacanestro Trapani ha messo a segno un colpo di mercato. In arrivo, alla corte di coach Daniele Parente, il play maker Matteo Palermo

Che si stesse muovendo qualcosa, in casa Pallacanestro Trapani, ieri sera è diventato chiaro. Nicola Basciano, amministratore delegato della società granata, ospite nei nostri studi di Sport sud – il lunedì, aveva preannunciato che la società era vigile sul mercato, in prospettiva di aggiungere un giocatore alle rotazioni della squadra di Daniele Parente. Oggi l’ufficialità. La scelta è andata sul play maker Matteo Palermo.

Questo il comunicato stampa della società:P

La 2B Control Trapani comunica di aver raggiunto un accordo con Matteo Palermo, playdi 190 cm e 84 kg proveniente dalla Poderosa Montegranaro, squadra che milita nel campionato di Serie A2 Old Wild West girone Est. 

L’atleta aumenterà le rotazioni a disposizione di coach Parente, si aggregherà alla squadra entro pochi giorni ed ha scelto il 24 come numero di maglia. 

Queste le prime parole di Matteo Palermo dopo l’ufficialità del suo accordo con la società del Presidente Pietro Basciano: Sono molto contento di iniziare questa avventura. Nella vita di ogni giocatore è fondamentale confrontarsi con nuove sfide e questa per me lo è, umanamente e professionalmente. Di Trapani conosco più o meno tutti, con Corbett poi ho un ottimo rapporto poiché abbiamo condiviso la scorsa stagione. Sono carico e lavorerò duramente per aiutare la società a raggiungere gli obiettivi prefissati”.

In merito all’ingaggio di Palermo coach Daniele Parente ha dichiarato quanto segue: “Matteo è un giocatore di esperienza che conosce molto bene la categoria e sono contento di poterlo avere a disposizione poiché sono certo che le sue qualità tecniche ci daranno una grande mano per crescere come squadra.

Queste le parole dell’amministratore delegato Nicolò Basciano: “Cercavamo qualcuno che potesse aumentare il livello di competitività del nostro roster e quando si è presentata la possibilità di prendere Matteo non ci abbiamo pensato due volte poiché ne apprezziamo da tempo le qualità. E’ il tipo di giocare che cercavamo”.

LA SCHEDA

Nato a Rimini il 22 ottobre 1991, è un playmaker eclettico capace di cambiare ruolo in qualsiasi momento in caso di necessità.

Cresce nel vivaio di Santarcangelo di Romagna e debutta in prima squadra, nell’allora DNC, a soli 17 anni. In quella che è a tutti gli effetti la sua città, gioca a livello senior dal 2008 al 2012, vivendo da protagonista la scalata dalla C alla A Dilettanti. Dopo aver vinto Serie C e Serie B Dilettanti (9,4 punti e 3,6 rimbalzi nella stagione 2010/2011) ed aver centrato una salvezza ai playout in A Dilettanti (con 6,3 punti e 3,1 rimbalzi che esplodono a 13,5 punti, 3,5 rimbalzi e 2,5 assist negli spareggi salvezza), il neo granata assaggia per la prima volta la Serie A2 nella stagione 2012/2013 con la maglia di Capo d’Orlando. Quella in Sicilia è un’esperienza formativa per il giovane romagnolo, che trova però solo 12,8 minuti di impiego medio. Nella stagione successiva torna allora in serie B accasandosi all’ambiziosa Orzinuovi per provare a spingerla verso la promozione. La missione non riesce ma Palermo ha una solida stagione da 10,6 punti, 5,0 rimbalzi e 2,6 assist. Prestazioni che non passano inosservate al piano di sopra e allora è Chieti, nel 2014/15, a dargli una nuova chance in Serie A2 Silver: in terra abruzzese i punti sono 7,5 conditi da 2,9 rimbalzi e 1,7 assist. Nell’estate 2015 torna in Lombardia e vi resta per un biennio con la canotta di Legnano, squadra con la quale si consacra definitivamente: 10,2 punti, 3,0 rimbalzi e 2,7 assist nel primo anno; 10,1 punti, 3,4 rimbalzi e 2,4 assist nel secondo. Nel 2017/18 passa alla corte di coach Dalmonte a Verona per la stimolante sfida per la promozione, in Veneto trova meno spazio ma contribuisce comunque con 6,3 punti, 2,9 rimbalzi e 2,6 assist di media.

Questa esperienza gli permette di ricevere nel 2018/19 la chiamata di Montegranaro che gli affida le chiavi della squadra. Fiducia ampiamente ripagata dal giocatore che guida i suoi ad una grande cavalcata in campionato realizzando 6 punti, 6 rimbalzi e 3 assist a partita in circa 26 minuti di utilizzo. L’ottima stagione disputata gli garantisce la riconferma e, in questo campionato, ha fino ad oggi prodotto 5,3 punti, 3 rimbalzi e 2 assist di media.

Fonte Ufficio Stampa Pallacanestro Trapani