Pubblicità
<tonno auriga

La Squadra Mobile di Trapani ha identificato i giovani aggressori di due coetanei rimasti feriti. La rissa ebbe luogo lo scorso 17 novembre.

di Fabio Pace

La squadra mobile di Trapani è risalita ai presunti responsabili dell’aggressione, ai danni due ragazzi di 17 anni e 18 anni, avvenuta la notte del 17 novembre scorso, in Via Manzoni a Erice, e ricoverati in ospedale con una prognosi rispettivamente di 15 e 20 gg. per ferite al torace, all’addome e alle braccia. Due giovani sono stati denunciati; una alla Procura della Repubblica di Trapani e un altro a quella dei Minorenni di Palermo. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori della Squadra Mobile, quella sera, all’interno di un bar di Trapani, vi era stato un litigio, per motivi di gelosia, fra i quattro ragazzi. A distanza di qualche ora, alle 2 di notte, la discussione era ripresa lontano dal locale. Durante la nuova lite, R.G., 21 anni di Trapani, aveva estratto un coltello e colpito i due avversari. R.G. era poi fuggito insieme al complice minorenne, di 17 anni, che aveva partecipato alla lite. I due feriti avevano chiamato subito i soccorsi e sul posto erano arrivate un’ambulanza del 118 e una Volante. La Squadra Mobile ha ricostruito l’intera vicenda anche attraverso le immagini registrate dagli impianti di videosorveglianza di alcuni esercizi commerciali, vicini al luogo dell’accoltellamento. R.G. e il minorenne sono stati denunciati per lesioni aggravate. Il Sostituto Procuratore della Repubblica di Trapani, Dr.ssa Rossana Penna, che ha coordinato le indagini, ha chiesto per R.G. il giudizio immediato, considerata l’evidenza del grave quadro probatorio a suo carico, raccolto dagli investigatori.

GUARDA I FOTOGRAMMI TRATTI DALLE TELECAMERE DI SORVEGLIANZA