Restauro a cantiere aperto

Pubblicità
<tonno auriga

Una platea attenta e numerosa ha assistito ieri pomeriggio al museo Pepoli alla presentazione dei lavori di restauro conservativo del gruppo che per terzo sfila nella processione dei misteri. A fare gli onori di casa il direttore del museo l’arch Roberto Garufi mentre Giovannello D’Aleo ha portato i saluti per l’Unioone Maestranze. Presente all’iniziativa anche il vescovo di Trapani Fragnelli. Come evidenziato dal capo console del gruppo Salvatore Giliberti, le preziose statue, opere del Pisciotta, avevano bisogno di un intervento. Il gruppo venne affidato agli ortolaniche fin dal 1620 e raffigurano un passo del vangelo di Luca che narra di tre apostoli Luca, Giovanni e Giacomo che mentre riposano vedono un angelo offrie a Gesù l’amaro calice. Nel corso della cerimonia è stato donato dalla famiglia Santoro un preziosissimo cuore in cristallo di rocca che le mani di Platimiro Fiorenza hanno incastonato in nuna cornice d’argento.

GUARDA IL SERVIZIO CON LE INTERVISTE