Pubblicità
<tonno auriga

La consigliera Anna Garuccio spezza una lancia a favore degli animalisti trapanesi.

di Fabio Pace

«I volontari che si occupano dei cani vanno elogiati ed appoggiati dai cittadini ma soprattutto dall’amministrazione che deve supportarli attraverso la indispensabile apertura del canile Comunale, dove essi stessi potrebbero svolgere il loro servizio di volontariato». Così si è espressa in un comunicato stampa la consigliera comunale Anna Garuccio a sostegno degli animalisti trapanesi, il cui feeling con l’amministrazione comunale in questo momento sembra essere al minimo storico. La nota è occasione per riprendere il tema del canile di contrada Cuddia, «costruito con soldi pubblici – spiega Garuccio –, e la cui apertura è vincolata all’esecuzione di importanti lavori». Interventi che l’amministrazione di Trapani, secondo la consigliera e in base a quel che scrive la Regione, dovrebbero essere eseguiti entro il 31 dicembre prossimo. A rischio, afferma Anna Garuccio, l’intero finanziamento della Regione che potrebbe chiedere il ritorno delle somme erogate. Lunedì prossimo, in Consiglio Comunale, sarà votata la modifica dello Statuto della Trapani Servizi che, secondo le indicazioni della amministrazione dovrebbe gestire il canile di contrada Cuddia. Anna Garuccio si chiede come farà la Trapani Servizi, in così poco tempo, ad intervenire. Contrada Cuddia permetterebbe al Comune di Trapani di risparmiare le migliaia per il mantenimento dei cani al canile di Caltanissetta e, cosa altrettanto importante, agevolerebbe il lavoro di tanti volontari animalisti.