Buona la prima per il Villaggio di Betlemme di Castelvetrano che ieri ha aperto i battenti per la seconda edizione. La prima giornata d’apertura ha fatto registrare quasi 500 visitatori che hanno potuto ammirare la suggestiva ambientazione del presepe vivente. La zona del mercato, con le degustazioni dei diversi prodotti legati alla cultura gastronomica del territorio e la possibilità di ammirare i tantissimi animali del Parco fattoria “Rosario Carimi” e la rappresentazione degli antichi mestieri: dal maniscalco Giuseppe Lomanto al vasaio Nino Luppino, dal falegname al sugheraio, al forno a legna dove viene preparato il pane. In un’ampia zona è stata ricreata l’aia, la zona della “spagghiatura” del grano, mentre a metà percorso è stata allestita la ricca tenda dei re magi. Il Villaggio di Betlemme rimarrà aperto il 21, 22, 26, 28, 29 dicembre e a gennaio 2020 (5 e 6) dalle 17,30 alle ore 20,30. Nel ticket d’ingresso (7 euro) sono comprese le degustazioni.

GUARD IL SERVIZIO