Pubblicità
<tonno auriga

“Arrivederci”. Con questo titolo in prima pagina, il 9 maggio del 1992, il giornale L’Ora salutava i suoi lettori. Oggi, il quotidiano palermitano, che per molti ha rappresentato l’avanguardia dell’informazione, è un libro: “L’Ora Edizione Straordinaria”, presentato ieri nei locali di Palazzo D’Alì. L’iniziativa è stata organizzata dall’istituto siciliano di studi politici. A moderare l’incontro, Fabrizio Fonte, dirigente dell’Isspe. “L’Ora, edizione Straordinaria”, edito dalla Biblioteca centrale della Regione siciliana e curato dal Comitato giornalisti de L’Ora, attraversa la storia della Sicilia, dalla prima indagine antimafia nel 1958, il disastro del terremoto del Belice, alla guerra di mafia degli anni ‘80, la collaborazione di intellettuali come Leonardo Sciascia, fino alla chiusura del giornale,  a pochi giorni dalla strage di Capaci.

GUARDA IL SERVIZIO