La Lega Navale di Trapani ha presentato il programma di attività sociali per il 2020. E tra le attività annunciate c’è la prima regata “Battaglia delleEgadi”.

Nel corso dell’incontro, che ha visto la presenza dei sindaci di Trapani ed Erice Giacomo Tranchida e Daniela Toscano, il presidente della Lega Navale di Trapani Nicola Di Vita ha presentato le iniziative in programma per il 2020, a partire dalle regate che si disputeranno nel mare di Trapani. Dal 30 maggio al 6 giugno dell’anno prossimo si terrà infatti il “Campionato Nazionale d’ Area Ionio e Basso Tirreno” per la categoria “Vela D’ Altura”, un campionato molto importante a livello nazionale che porterà in città diversi velisti professionisti e non, provenienti da tutta la penisola. In occasione di questa importante manifestazione, a completamento nelle stesse date, verrà riproposta la terza edizione del memorial “Trofeo G. Ciaccio Montalto”. Tra le novità, come annunciato da Nicola Di Vita, per la prima volta sarà organizzata la regata “Battaglia delle Egadi” che si disputerà tra le acquee delle isole, richiamando i fatti storici della prima guerra Punica. Nel corso dell’incontro è stata anche inaugurata la mostra dei quadri del maestro Maurilio Catalano e presentati i vari progetti di tutela ambientale arrivati alla terza edizione, come la pulizia delle coste e dei fondali trapanesi in collaborazione con le scuole, le associazioni e i volontari del territorio. C’è poi il progetto di restauro dello “Schifazzo”, un’imbarcazione d’epoca trapanese dei primi del ‘900, di proprietà della Lega Navale che sarà portata avanti con l’associazione “Vele Latine”, con cui si punta anche a creare, nello specchio di mare antistante il Lazzaretto, un piccolo spazio museale dove verranno ormeggiate e rese visitabili le tre imbarcazioni storiche trapanesi: ovvero lo “schifazzo”, “u buzzo” e “a varca longa”. Imbarcazioni che saranno anche utilizzabili per piccole visite guidate della costa trapanese e, se possibile, di alcuni canali delle saline. Il presidente della Lega Navale Nicola di Vita si è poi soffermato sul progetto stagionale “Vela senza barriere” con tre nuove barche a vela appositamente attrezzate per permettere ai disabili poter andare a mare.