La Porta del Sole

di Mario Torrente

Ieri pomeriggio, dopo i rinvii dei giorni scorsi per il maltempo, a monte Sparagio si è tenuta la cerimonia per il solstizio d’inverno davanti al trilite ribattezzato “La porta del Sole”

La cerimonia si è tenuta al tramonto, in un punto da cui si può ammirare un panorama mozzafiato su tutto l’Agroericino e Monte Erice. L’iniziativa è stata organizzata da “Oasi Zen” col patrocinio del Comune di Custonaci ed in collaborazione con l’associazione SiciliAntica di Trapani e di Memmo Gambina, a cui si deve la scoperta del sito. Purtroppo, a causa dei nuvoloni, non è stato possibile assistere all’allineamento del sole con il foro del trilite ribattezzato “La porta de Sole”. Secondo gli studiosi di archeoastronomia si tratterebbe di un antico calendario di pietra che con fori nella roccia permettono di inquadrare il sole in precisi ed importanti momenti nel ciclo delle stagioni, ovvero nelle albe e nei tramonti dei solstizi d’inverno e d’estate. Nel territorio trapanese ne sono stati individuati diversi, molti dei quali proprio nel territorio di Custonaci. Ad Monte Erice c’è invece l’occhio di Ra a Castellaccio. Oltre che gli antichissimi pittogrammi della grotta di Polifemo. Altre “pietre forate” sono poi in fase di studio. Il grande trilite della “Porta del Sole” si trova a monte Sparagio, a piana delle Ferule, dove ieri una cinquantina di persone si sono date appuntamento per assistere al tramonto da un sito sicuramente suggestivo e carico di storia. A fare da sottofondo alla cerimonia il suono del flauto ed il rintocco della campata tibetana. Ma purtroppo, a causa dei nuvoloni per il tempo incerto, il sole non si è fatto vedere. La cerimonia era già stata rinviata per due volte a causa del maltempo proprio per permettere di assistere all’allineamento tra il sole ed il monolite che ricorda tanto i grandi massi di Stonehenge. Ma alla fine il tramonto del sole ha comunque regalato un’atmosfera magica con le nuvole che hanno preso tante sfumature dall’arancione al glicine. Che da monta Sparagio, la cima più alta della provincia di Trapani, ha regalato un autentico spettacolo.

GUARDA LE FOTO DELLA CERIMONIA

GUARDA IL SERVIZIO

(Si ringrazia Emanuel Invidia per le foto e le immagini)