E’ accaduto a San Vito Lo Capo

Tredici dei diciassette allievi che hanno frequentato dal 1981 al 1985 la scuola elementare Luigi Capuana di San Vito Lo Capo si sono ritrovati ieri dopo 35 anni. Alcuni hanno colto l’opportunità delle festività natalizie per tornare in Sicilia ed incontrarsi con i loro ex compagni residenti ancora in paese o in altre città della Sicilia.  Nei primi anni ’80 erano poco più che bambini, oggi uomini e donne con alle spalle esperienze di vita e di lavoro che hanno avuto il piacere di condividere nel corso della serata trascorsa insieme. Con loro, c’era anche la maestra dell’epoca, Michela Di Vita, meglio conosciuta come la maestra Frusteri, ossia con il cognome da sposata. Ancora lucida e con una memoria di ferro, la maestra Frusteri si ricordava di ogni alunno e persino delle marachelle che combinava.

Alcuni studenti hanno frequentato la scuola Capuana solo per alcuni giorni, essendo figli di carabinieri in servizio momentaneo in paese o di circensi, eppure tutti conservano dei bei ricordi di quei momenti trascorsi assieme ai loro coetanei e all’insegnante. Per motivi di lavoro c’è chi adesso vive a La Spezia, chi a Livorno, altri in provincia di Trapani, uno a Caltanissetta. C’è anche chi è rimasto a San Vito Lo Capo dove prosegue l’attività di famiglia.  Racconti di vita, aneddoti dei vecchi tempi per una serata speciale in un clima di festa e familiarità, come se il tempo non fosse mai passato!

Questi i nomi degli ex studenti: Amalia Sposito, Miceli Caterina, Antonina Liparoti, Giuseppina Pizzimenti, Caterina La Sala,  Anna Limantri, Antonio Como, Paolo Gandolfo,  Melchiorre Pace,  Giuseppe Pace,  Giancarlo Lopez, Matteo Vultaggio,  Giuseppe Lucido,  Fabrizio Vultaggio,  Giovanni Lucente, Benedetto Navetta, Antonino Gammicchia, Gaspare Rotundo