Pubblicità
<tonno auriga

Lavori per oltre tre milioni di euro, saranno avviati a Paceco e nelle frazioni di Dattilo e Nubia, nel corso del 2020, tra interventi stradali, opere di restauro e di arredo urbano, manutenzioni straordinarie e innovazioni.

“È il frutto della programmazione amministrativa della Giunta, del buon lavoro svolto dal quinto settore Lavori pubblici e del costante impegno dell’assessore Castelli; – sottolinea il Sindaco, Giuseppe Scarcella – abbiamo approvato i diversi progetti esecutivi e sono disponibili i fondi per le spese già impegnate: alcune opere sono state già appaltate, mentre per altre saranno espletate a breve le procedure di gara per l’affidamento e l’avvio dei lavori”.

Sul fronte ambientale, spicca la messa in sicurezza della discarica di Timpone Vosca, con una spesa di circa 900 mila euro, per l’isolamento della fonte primaria di contaminazione, in modo da fronteggiare i rischi ambientali nella zona. Inoltre, sarà completato e potrà tornare in funzione il Centro Comunale di Raccolta (CCR), con circa 40 mila euro di spesa.

A Paceco, sarà completata la piazza Vittorio Emanuele con una spesa di circa 130 mila euro; nella zona Platamone, saranno asfaltate la via Pirandello, la via Verga e la via Tomasi di Lampedusa, con una spesa complessiva di circa 160 mila euro. È previsto anche il restauro conservativo della Chiesa Maria Santissima del Rosario (nota anche come chiesa di Santa Lucia), in via Torrearsa angolo via D’Azeglio, con una spesa totale di circa 800 mila euro.

A Dattilo, sarà messa in sicurezza la via Anita Garibaldi con opere di consolidamento (200 mila euro), mentre a Nubia saranno messe in sicurezza la via Montalto e la via Martin Pescatore, con la realizzazione del manto stradale (120 mila euro) e la via Giuseppe Garibaldi sarà messa in sicurezza con la collocazione di un nuovo guard-rail, con una spesa di 60 mila euro che comprende anche il rifacimento dei marciapiedi in via Stefano Platamone e l’implementazione del verde pubblico nella piazza della frazione con la messa a dimora di piante ornamentali. Inoltre, si avvierà il restauro conservativo e la musealizzazione della Torre Saracena, con un importo di 115 mila euro cofinanziato dal Flag Litorale Trapani.

In ambito di sicurezza stradale, è stato anche affidato l’incarico di progettazione di una rotonda nella via Seniazza e sono stati appaltati, con una spesa di 270 mila euro, vari lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria nelle strade del paese e delle frazioni, finalizzati al miglioramento della viabilità; in questo contesto, in via Toselli, è prevista la realizzazione di un’aiuola, con rimozione dell’albero che ha determinato disagi nella circolazione stradale a causa delle sue radici, e sarà sistemato il manto stradale. Gli interventi di manutenzione saranno estesi anche agli edifici comunali.

Con l’avvio dei cantieri di lavoro – come anticipato il mese scorso in occasione del relativo finanziamento regionale – saranno sistemate la pavimentazione della villa comunale (112.122 euro) e l’area verde della via Luigi Natoli (63.899 euro).

Intanto, continuano i lavori di manutenzione dell’illuminazione pubblica nel territorio comunale, con una spesa di 40 mila euro, per l’efficientamento energetico attraverso l’installazione di lampade a Led.

“Renderemo Paceco più bella, più sicura, più green, senza trascurare Nubia e Dattilo: la strada del cambiamento è ancora lunga, ma è stata intrapresa – afferma l’assessore comunale ai Lavori Pubblici, Salvatore Castelli – e occorrono ancora tanto lavoro e passione. Sono molto soddisfatto del lavoro profuso dall’ufficio Lavori pubblici del V settore nell’anno appena concluso – aggiunge – e sono certo che, nel 2020, Paceco si trasformerà in un cantiere a cielo aperto, con i tanti interventi che abbiamo previsto in tutto il territorio comunale”.